Come comportarsi con i cuccioli e vivere felici

Come comportarsi con i cuccioli

Come comportarsi con i cuccioli: i primi accorgimenti per vivere al meglio insieme

Quando si porta a casa un cane è sempre una grande emozione. Lo puoi tenere tra le braccia, coccolarlo, giocare con lui e conoscerlo meglio. Il momento dell’acquisto o dell’adozione del cane, o del cucciolo, però, è un momento molto delicato: il cucciolo ha poco tempo e tende a essere più sensibile, mentre un cane proveniente dal canile potrebbe essere scosso da eventi passati.

E’ quindi bene organizzarsi in anticipo per preparare (e prepararsi) ogni cosa per far sentire il tuo nuovo compagno di vita a suo agio.

Come comportarsi con i cuccioli

Un cucciolo è subito Gioia! Cosa bisogna avere a disposizione per accogliere il cucciolo

Prima di accogliere un cagnolino in casa è bene dotarsi di tutti i comfort e oggetti utili per la sua nuova vita. Dopotutto, quando ospiti un amico a casa prepari gli asciugamani puliti, la biancheria da letto e del cibo, giusto? Perché, quindi, non farlo anche per il cagnolino?

Bisogna acquistare in anticipo una pettorina in base alla sua taglia o un guinzaglio, perché avrà sicuramente bisogno di fare delle belle passeggiate. Non dimenticare neanche i sacchettini per raccogliere i suoi bisogni!

Non è necessario comprare una cuccia delle sue dimensioni per abituarlo da subito a dormire al suo posto, ma è bene creare un luogo tutto suo in casa, dove potrà sentirsi al sicuro e riposare. Insieme al suo lettino, è bene pensare anche alle sue “stoviglie”: servono una ciotola dell’acqua e una per il mangiare, possibilmente non di plastica scadente. Queste ciotole, poi, vanno riempite, quindi bisogna informarsi in anticipo sull’alimentazione del cagnolino e acquistare la pappa giusta per lui. Importanti sono anche dei piccoli snack per cominciare a fargli capire quando si comporta bene e rasserenarlo. Imparano moltissimo con la tecnica del “premio”.

Sempre per tranquillizzarlo e farlo sentire a suo agio, è bene comprare qualche giochino, le classiche palline sono un must per tutti i cuccioli.

Prima di portare a casa un cagnolino, inoltre, un’ottima idea è quella di trovare già un veterinario che ti piaccia e che sia disponibile a visitare a fondo il tuo cucciolo. Lui saprà indicare anche i numeri di emergenza, il cibo giusto e qualche consiglio su come comportarsi per accogliere al meglio il nuovo membro della famiglia.

Ma quanto è bello portare a casa il cucciolo?

Il cane deve sentirsi a suo agio da subito, anche nel tragitto verso casa. Spesso, infatti, i nuovi proprietari, soprattutto quelli alle prime armi, potrebbero trovarsi in difficoltà nel vedere che il loro nuovo amico a quattro zampe prova paura, fa la pipì per l’emozione o piange.

Come comportarsi con i cuccioli, i primi accorgimenti per vivere al meglio insieme.

Come comportarsi con i cuccioli

Partiamo dal momento in cui il cucciolo esce dal canile o dall’allevamento: se è piccolo, probabilmente verrà detto al padrone di non appoggiarlo a terra per qualche tempo, in modo che non sia attaccato da batteri prima di sottoporsi ad alcuni vaccini specifici. Se invece è già grande e vaccinato, camminerà sulle sue zampe. Se si va a casa a piedi, tendenzialmente, non ci sono problemi. Sarà un ottimo modo per cominciare a socializzare con il cane e capire i suoi comportamenti a spasso. Il consiglio, ovviamente, è quello di non forzarlo a camminare o tirarlo, ma di osservare ciò che fa e lasciare che esplori il mondo a modo suo. 

La maggior parte delle volte, però, il cucciolo deve vivere la sua prima esperienza in automobile. Tienilo in braccio o accanto a te nei sedili posteriori dell’auto. Non metterlo nel bagagliaio o in una gabbia perché questo potrebbe spaventarlo o renderlo più diffidente. Alcuni cagnolini, nonostante il contatto con il nuovo padrone, si lamentano (uggiolano, per dirla giusta). L’importante è non agitarsi, sgridarlo o dargli dei premietti. Questo perché lui potrebbe abituarsi all’idea che, ogni volta che piange, stia facendo qualcosa per cui essere premiato. Piuttosto, limitati ad accarezzarlo e a mantenere il contatto.

La nuova casa del cucciolo

Dopo il tragitto in auto, è il momento di visitare la nuova casa. In questo momento è fondamentale che esplori tutto il territorio a modo suo. Se non si vuole che entri in una stanza, è bene chiudere la porta prima che il cucciolo possa capire che di là c’è qualcosa di interessante. Ciò significa non sgridarlo o mettergli timore se entra in una “stanza proibita”.

In questa fase, bisogna seguirlo e assicurarsi che non rosicchi le prese di corrente o altri oggetti pericolosi. Toglili in anticipo in modo da non doverlo sgridare quando ancora si sente spaesato.

I passaggi successivi sono quelli di invitarlo a mostrargli un pannolino già posizionato in un luogo ideale per i suoi bisognini, come accanto al water. Se sporca dove deve, allora è il momento di premiarlo e fargli capire che ha fatto la cosa giusta. Stessa procedura con cibo e acqua. Deve capire fin da subito che quello è il suo territorio personale e che dovrà recarsi lì ogni volta che dovrà mangiare.

Non bisogna stupirsi se non farà tutto quello che deve negli appositi luoghi. I primi giorni ci vuole un po’ di pazienza per comprendere bene come comportarsi con i cuccioli, senza alzare la voce o spaventarlo. Se fa i bisogni dove non deve, è meglio pulire e aggiungere un pannolino di più in casa e invitare il cagnolino a sporcare dove dovrebbe. Stessa cosa per cibo e letto: non buttarlo giù se ci salta sopra, ma piuttosto, avvicina la cuccia a te per la notte; non sgridarlo se cerca cibo dal tavolo, ma indica la sua ciotola e porgigli qualche pezzo di cibo preso proprio da lì per fargli capire che è lì che troverà da mangiare e non altrove.

Approcci con le persone, come comportarsi con i cuccioli

Per quanto riguarda gli approcci con le persone, è bene non esagerare. Bisogna lasciarlo tranquillo di conoscere chi vuole e non aggredirlo con coccole o, peggio, snack a dismisura. Questo serve sia per dargli dipendenza, abituarlo a non eccitarsi troppo, ma anche a fargli comprendere i ruoli dei membri della famiglia: chi è il suo padrone, chi si prenderà cura di lui e chi, invece, è solo un amico di passaggio.

Molti dettagli della sua quotidianità, poi, li sceglie da sé: il luogo in cui preferisce riposare, a chi chiedere il cibo o le passeggiate, quando mangiare o cercare coccole. In questo si può intervenire, ma senza mai essere troppo bruschi. Per i primi tempi, il cane deve essere libero e avere tutte le attenzioni che merita. Ciò non significa concedere qualsiasi cosa perché così si rischia di educarlo a comportarsi male. Bisogna, però, essere tolleranti e pazienti e, con calma, il cagnolino entrerà naturalmente nella routine.

Sono tantissime le cose da sapere per come comportarsi con i cuccioli, qui ho solo riassunto i miei pensieri a riguardo, consiglio però di usufruire dei servizi di un buon educatore/addestratore, il rapporto fra voi e il vostro amico a quattro zampe ne guadagnerà parecchio.

Come comportarsi con i cuccioli
Sarah di CACIB, allevamento pastori tedeschi ed educazione cinofila di altissimo livello.

Qui puoi vedere alcune fotografie realizzate all’aperto: Galleria fotografica cani in esterno

E poi non dimenticare di iniziare a creare subito degli splendidi ricordi, contattami che ti parlo del servizio annuale.